2016/05/09

Gundam RX-78-2 HGUC Diorama by Bandai

C'e' voluta un'occasione davvero speciale, il 40esimo compleanno di un grande amico Amleto, per darmi il coraggio di affrontare il mio primo "gunpla", acronimo per "Gundam Plastic Model", o più semplicemente il buon vecchio robottone Gundam pilotato da Peter Rei, uno dei più famosi cartoni animati degli anni 80. Questo è stato il mio regalo per lui.
Le bellissime foto di questo articolo sono state realizzate da lui.

It was a very special event, 40th birthday of a great friend Amleto, that throw me out the courage to build my first "gunpla", that means "Gundam Plastic Model", or simply dear old Gundam 'bot driven by Amuro Rei, most iconic cartoon of 80ies. This is my birthday present for him.
These beautiful photos are shot by him.



Il modello è realizzato dalla Bandai, casa giapponese di produzione di giocattoli, la terza al mondo, detentrice dei diritti del cartone animato. Il modello fa parte della serie HGUC, High Grande Universal Century, la linea più economica dei modelli dell'universo Gundam.
Rispetto ai modelli di livello superiore, questo modello è solo meno posabile degli altri e la scala , cioè 1/144 è la più piccola. La qualità della plastica e dei dettagli è la stessa.
A me non interessava la posabilità o ulteriori dettagli, perchè avevo intenzione di posarlo statico, dipingerlo e arricchirlo di dettagli autocostruiti.

The model is realized by Bandai, a japanese toy maker, third in the world, owner of rights of these figures. It's one of the models of HGUC series, High Grade Universal Century, a cheap line of gundam models.
Compared with other valuable models, it is less posable and it's scale, 1/144, is lower than others.
Plastic and details quality it's similar to other bigger than it.
I don't need great posability or more details, because I would pose it in static way, paint and enrich it with a lot of self made details.






La scala, come dicevo, è 1/144, che vuol dire 12.5cm di altezza, rispetto ai 18 metri dell'altezza "reale" ipotizzata del robot.
Il modello finale, è stato posto su di una basetta in legno, e le misure finali sono 18cm x 13cm la base e 16cm l'altezza.

As I wrote, It's scale is 1/144, that means 12.5cm heigth from 18meters of it's "real" ipotized height.
Finished model, put on a wooden base, measures 18cm x 13cm x 16cm high.


Il kit è molto ricco di possibilità di montaggio, a parte il modello principale. Ci sono diverse armi tra cui scegliere (scudo, 2 spade laser, fucile, lanciamissili), e relative mani con cui impegnarle, e un core fighter, cioè un velivolo, una sorta di caccia che funge da cabina di pilotaggio del robot, da montare a parte. Scelgo di utilizzare il fucile e lo scudo, il modello lo metto semplicemente in piedi, come fosse impegnato a sparare verso un nemico. Arricchisco lo scudo di danni da battaglia e profonde cicatrici, per renderlo vissuto. Il core fighter, distrutto come fosse stato abbattuto, lo utilizzo come dettaglio per arricchire la base.

This kit has various building possibilities, other than principal model. It has various wapons (a shield, 2 laser swords, a rifle, a rocket launcher) with different hands to grab them and a core fighter, a jet fighter, that is used as robot cockpit, to use separate from model. I chose shield and rifle and I put model stright on feet, as it was shooting an enemy. I enriched the shield with battle damages and deep scars. The core fighter, damaged as it was shot down, was used as a detail, to enrich the base.




La base:
Per la base, ho voluto realizzare un campo di battaglia plausibile e in scala con il modello.
Il terreno è realizzato in poligoni ritagliati nel polistirene, per creare i volumi principali, ricoperti tutti con uno stucco texturizzato per creare l'effetto terra. La strada e le zone limitrofe sono modellate in milliput giallo e incise e scheggiate con un taglierino.
Per i dettagli ho iniziato dal core fighter, appunto, danneggiandolo e rompendolo, a simulare uno schianto. Ho aggiunto tre automobili prese dal modellismo ferroviario, in scala N (scala 1/146), piegandole e ammaccandole, e ho realizzato un piccolo edificio, una sorta di garage/officina utilizzando pezzi di plasticard.
Ho arricchito di dettagli il tutto, come cartelli stradali, bidoni, insegne, filo spinato, alberi morti e rocce, per rendere il diorama pieno e realistico.

The base:
I wanted to do a realistic battle ground in same scale of model. 
Ground was realized with polistyrene polygons , to rise volumes, and covered with texturized paste, to simulate a rough soil. The road was modelled with yellow milliput paste, carved with hobby knife.
I started details from core fighter, damagind and breaking it as it was shot down. I added three cars got from little trains world, in N scale (1/146), punching and ruining them. I realized a little building with plasticard pieces. I enriched all with little details as road signs, oil cans, panels, barbed wire, dead trees and rocks, to realize a full and realistic diorama.



La pittura:
Questa è un'altra prima volta: per la prima volta dipingo un modello quasi interamente ad aerografo. L'unico modo per ottenere una pittura di luci e ombre omogenea e morbida su superfici lisce, come le corazzature del Gundam, è appunto utilizzare questo strumento.
L'aerografo da solo non basta per ottenere l'effetto vissuto, usurato e anche un pò danneggiato che volevo ottenere, una resa realistica da battaglia più che da vetrina, quindi a pennello ho realizzato le varie scheggiature, graffi, segni di usura e perdite d'olio presenti sul modello.
Non bastando, ho concluso con pigmenti in polvere, neri e marroni, dati direttamente a pennello, per renderlo impolverato e sporco.

Painting:
This is another "first time": for the first time I painted a model almost entirely with airbrush. It is only way to obtain a smooth painting, from dark to light, on these large plain panels.
Airbrush alone it's not enought to obtain realistic "on battle" effect, more than exposition, so I use brush to realize scars, lines, damages and oil leaks on entire model.
I finished with black and brown pigments, directly applied with brush, to made it dusty and dirty.



I dettagli:
Ho cercato di curare, oltre al modello principale, anche i dettagli dei vari rottami sparsi sulla base, realizzando un'insegna per l'officina, dei cartelli stradali davvero piccoli, un graffito su una delle pareti dell'edificio ("sieg zeon"), un filo spinato e tanto altro da scoprire. 
Il core fighter è stato danneggiato con il taglierino e con una lima, dipinto per esaltare i danni e coperto con pigmenti per sporcare il tutto.
I veicoli sono stati prima dipinti normalmente con i vari colori, poi spigolati con un silver e arricchiti di ruggine, sempre realizzata con pigmento in polvere arancione e lavature per variare i colori.
Qualche altro dettaglio: la grondaia dell'edificio è un pezzo di graffetta, gli alberi sono radici prese ed essiccate da piantine del mio giardino insieme alle rocce.

Details:
I tried to obtain rich details spread on base also, similar to model, realizing a garage sign, two road signs really little, a tag written on wall ("sieg zeon"), a barbed wire and other things to discover.
Core fighter was damaged with hobby knife and a file, painted to exhalt damages and covered with pigments to dust all over.
Cars were painted normally with various colors, after highlighted with silver, and rusted with orange pigments and washes.
Other details: builgind gutter was made from clip, trees are little roots coming from my garden togheter with little rocks.

Tanti auguri per i tuoi primi 40 anni!!
Happy birthday for your first 40th!!



E' stata un'ottima esperienza dalla quale ho imparato tanto, specialmente sul realizzare la base. Sicuramente ne realizzerò altri... Intanto questo sicuramente è stato apprezzato!
Un altro è nel mio futuro, da costruire!

It was great experience for me and I learned a lot, specially about base making. 
I'll realize others for sure... this is appreciated surely! There is another ready to build in my desk!